ALFREDO TROIANO

Alfredo Troiano(1970) si diploma nel 1994 presso l'Accademia Nazionale d’Arte
Drammatica ‘ Silvio D’Amico ‘ di Roma. Debutta al Teatro Argentina di Roma
con Ubu Re di Alfred Jarry regia di Armando Pugliese con un piccolo ruolo accanto a Mario
Scaccia e Marisa Fabbri. Tra le collaborazioni che gli piace ricordare: con I tragici della città
(Gli ultimi 45 minuti di Amleto e Canti di guerra ) con Manuela Mandracchia (il gioco degli
dei) con Reuven Halevi (l'Istruttoria) con Roberto Guicciardini (Romolo il Grande) con Mariano
Rigillo (El ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancia) con Giorgio Albertazzi (Sogno di una notte
di mezz'estate) con Pietro Faiella (Vuoti spirituali eterosessuali) con Domenico Galasso (Abitare la
possibilità e Mi sembro che una voce) e con Daniele Salvo (come trainer nel laboratorio su Van
Gogh il suicidato della società di Antonin Artaud e ne I sognatori come aiuto regista). Inoltre si
mette alla prova nella regia realizzando un adattamento del testo di Tonino Guerra, Odiséa - Viaz
de poeta sa Ulisse. Dal 2010 si dedica ad una ricerca autonoma sul movimento corporeo e la
scrittura.